Articoli

Terapia di coppia

Le incomprensioni tra i partner

  • Dott.ssa Maria Pia Santucci

Luca è felice perché è stato promosso sul lavoro e non vede l’ora di comunicarlo a Claudia, sua moglie.

Le incomprensioni tra i partner

La prima cosa che fa che quando apre la porta di casa, è quella di andarle incontro senza curarsi di altro e di darle la bella notizia, aspettandosi da parte sua come minimo una reazione “gioiosa”.

La moglie rimane indifferente, distante, il tono della voce è freddo mentre si congratula con lui.

Luca amareggiato indietreggia e se ne va sbattendo la porta: “Non le importa niente di me, di quello che di bello può capitarmi”.

Claudia, a sua volta, ha in mente pensieri negativi riguardo al marito: “Si cura solo di se stesso è un egoista!”

Alcune incomprensioni tra i partner sono la conseguenza di malintesi che nascono dalla pretesa di saper leggere nella mente dell’altro.

Quando siamo frustrati o delusi siamo portati a interpretare in modo errato il comportamento degli altri e a esagerarne il significato in senso negativo rispetto a quanto è avvenuto, quindi la nostra reazione è diretta a questa immagine negativa dell’altro che abbiamo costruito in seguito ai nostri errori di interpretazione.

Naturalmente non mettiamo mai in discussione che il nostro giudizio potrebbe essere sbagliato.

Quando Luca rimane fortemente deluso per la reazione “fredda” di Claudia, in quel momento vede in lei una donna priva di sensibilità verso di lui e verso il prossimo in generale.

Claudia pure giunge subito alla conclusione: “è un essere del tutto egoista che non si cura degli altri”!

Che cosa sta succedendo? Ogni volta che uno dei due è deluso dall’altro, prevale un’immagine distorta e negativa del partner che suscita rabbia.

Se Luca riuscisse a opporsi alla tendenza di immaginarsi Claudia come una donna fredda e distante, chiedendole invece se c’è qualcosa che la sta preoccupando, o se si è verificato un evento che le ha arrecato dispiacere, potrebbe dimostrarle di essere al suo fianco e finirebbero poi per condividere la gioia per la promozione di lui sul lavoro.

E se Claudia ascoltasse Luca quando le parla con entusiasmo della sua promozione, forse capirebbe che lui ha piacere di condividere con lei, la donna che ama, un momento così importante della sua vita lavorativa e non perché è un egoista che pensa solo a se stesso.

Perché questo accada, dovrebbero entrambi capire che le loro conclusioni possono essere errate così come la loro rabbia eccessiva.

Seguendo una serie di principi semplici si può arrivare ad eliminare la tendenza a giudicare l’altro in modo errato e a crearsi delle immagini distorte degli altri per arrivare a conclusioni più appropriate, come prendere in considerazione qualche interpretazione alternativa del comportamento del partner, in modo da evitare inutili contrasti.

Dott.ssa Maria Pia Santucci
Psicologa Psicoterapeuta Cognitivo comportamentale


Dott.ssa Maria Pia Santucci Psicologa Psicoterapeuta Cognitivo comportamentale
Pisa

declino responsabilità | privacy e cookies

Iscritta all’all’Ordine degli Psicologi della Toscana col n.2200
Laurea in Psicologia (indirizzo applicativo) conseguita presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”
P.I. 01664250501

AVVISO: Le informazioni contenute in questo sito non vanno utilizzate come strumento di autodiagnosi o di automedicazione. I consigli forniti via web o email vanno intesi come meri suggerimenti di comportamento. La visita psicologica tradizionale rappresenta il solo strumento diagnostico per un efficace trattamento terapeutico.

©2017 Tutti i testi presenti su questo sito sono di proprietà della Dott.ssa Maria Pia Santucci
© 2017. «powered by Psicologi Italia». E' severamente vietata la riproduzione, anche parziale, delle pagine e dei contenuti di questo sito.

www.psicologi-italia.it