Ipocondria: ansia connessa allo stato di salute

Disturbi d'ansia

Ipocondria Pisa

L’ipocondria fu descritta nel 1621 in “L’anatomia della malinconia” di Robert Burton. “Alcune persone hanno paura di avere malattie terribili da cui altri sono colpiti, o di cui sentono parlare o leggono da qualche parte, al punto che non osano ascoltare o leggere più niente che riguardi queste malattie, non tanto per la tristezza dell’argomento, ma per paura che le loro condizioni peggiorino e le paure aumentino”. “Alcune persone hanno paura di avere malattie terribili da cui altri sono colpiti, o di cui sentono parlare o leggono da qualche parte, al punto che non osano ascoltare o leggere più niente che riguardi queste malattie, non tanto per la tristezza dell’argomento, ma per paura che le loro condizioni peggiorino e le paure aumentino”.

Nel DSM-IV l’ipocondria è classificata come disturbo somatoforme, tuttavia la possiamo considerare come un problema di ansia connesso allo stato di salute poiché con i disturbi d’ansia, quale il panico, ha alcune caratteristiche in comune.

In realtà la fuga non fa altro che aggravare il problema ed anche se sperimentiamo immediatamente una diminuzione dell’ansia, questa si presenterà ancora più intensa quando ci troveremo ad affrontare di nuovo la stessa situazione.

Gli evitamenti che si susseguono uno dopo l’altro, finiscono per interferire con le normali attività quotidiane poiché ci portano a rinunciare ad attività che potrebbero essere gratificanti e a limitare fortemente la nostra vita.

Esistono vari tipi di fobia, come quella degli animali (ragni, topi, insetti), degli ascensori, degli aerei, dei luoghi chiusi, di contrarre una malattia e altro.

La persona che soffre di una fobia specifica, collega il pericolo ad una situazione, ad un oggetto a causa di un apprendimento errato e l’evitamento rende impossibile la correzione di questo condizionamento.

Il trattamento consiste nell’esporre la persona allo stimolo fobico in modo graduale e nell’utilizzo di varie tecniche di rilassamento che possano prepararlo ad affrontare il problema in modo più sereno.

Dott.ssa Maria Pia Santucci
Psicologa Psicoterapeuta Cognitivo comportamentale


Dott.ssa Maria Pia Santucci Psicologa Psicoterapeuta Cognitivo comportamentale
Pisa

declino responsabilità | privacy policy | cookies policy

Iscritta all’all’Ordine degli Psicologi della Toscana col n.2200
Laurea in Psicologia (indirizzo applicativo) conseguita presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”
P.I. 01664250501

AVVISO: Le informazioni contenute in questo sito non vanno utilizzate come strumento di autodiagnosi o di automedicazione. I consigli forniti via web o email vanno intesi come meri suggerimenti di comportamento. La visita psicologica tradizionale rappresenta il solo strumento diagnostico per un efficace trattamento terapeutico.

©2017 Tutti i testi presenti su questo sito sono di proprietà della Dott.ssa Maria Pia Santucci
© 2017. «powered by Psicologi Italia». E' severamente vietata la riproduzione, anche parziale, delle pagine e dei contenuti di questo sito.

www.psicologi-italia.it